Progetto Sommossa

raccolta dell'evoluzione del suddetto progetto musicale

Mese: febbraio, 2012

THE SANATORY – gameplay ??

 

Esperimenti

Esperimento sociale? quello di far passare questo video musicale come gameplay?? o più reale rappresentazione di pazzia?

fatto sta che quell’omino inquitante che vedrete solo se starete veramente attenti.. avra un effetto SHITBRICKS.

Annunci

Preload the sanatory

avete presenti i tarocchi?

come qualcuno di voi saprà, non sono carte per predirre il futuro.
possono essere lette come pagine di un libro iniziatico, che distilla la via per diventare un uberman. (l’uso della parola tedesca per prendere un concetto di nietzsche, è utile poiché nella traduzione perde molto)

importante per la mia discussione è far presente che c’è una carta senza numero, il folle.
questa non è solamente la prima carta, ma anche l’ultima. questo non è solamente l’ìnizio del cammino, ma anche la fine.
questo implica che non si riuscirà a distinguere un folle che non ha inziato il cammino, da un folle perché l’ha compiuto.

difatti. se ci pensate bene. nietzsche è morto pazzo.

Questo solamente per illuminare ai vostri occhi, quanto sia di mio grandissimo interesse la pazzia.
e questo per spiegarvi che il prossimo video, sarà piuttosto deviantemente legato a questo tema.

a presto con: THE SANATORY

free to ride the way you want

un tempo le persone, i giovani, non potevano percorrere la strada che volevano, impedimenti sociali e non solo si frapponevano davanti a loro. Muri di moralità inscavalcabili, se non a costo dell’esilio.

adesso la situazione è diversa, chiunque senza remore può scegliere la strada che vuole e seguirla. Il problema è da tutta un altra parte, infatti non sappiamo (perché non abbiamo i mezzi per farlo) QUALE strada VOGLIAMO scegliere.

Ed è qui che i nostri oscuri Signori intervengono, guidando indirettamente le nostre scelte.

Ed è qui che la nostra situazione si rivela di gran lunga peggiore di quella del passato. Poichè di fatto non è cambiato niente (c’è chi sceglie per noi) ma in più noi siamo addirittura convinti che stiamo scegliendo col nostro cervello, e che quello che andremo a fare è ciò che realmente vogliamo.

la mia missione è quindi una sola.

Instillare in voi il DUBBIO.

Il dubbio vi concederà grazia, il dubbio vi aprirà una porticina, imboccatela, esplorate cosa c’è dentro voi stessi.
potreste trovarci molto, potreste trovarci cose che non immaginate, ma soprattutto potreste trovarci (e ce le troverete) le peggiori oscure ossessioni e perversioni. o nel peggiore dei casi, non ci troverete niente, ma a quel punto sarete grati che qualcuno abbia scelto per voi.

Quello che vedete in progetto sommossa, è solamente parte di quel che c’ho trovato io.

The Convent – Videoclip

Un buco.

Nella memoria un buco.

Ricordo solo pochissime immagini, flash di quel periodo.

Ricordo solo la loro tremenda austerità, nata dalla loro autorepressione del loro essere femminile.

Credo di aver rimosso tutto il resto.

Fatto sta che un bambino di 3 anni venne ricoverato all’ospedale, la somatizzazione delle esperienze vissute e represse è molto forte a quell’età, e lascia segni(e problemi cronici) per il resto della vita.

Questo per farvi capire, a cosa è dedicato il nuovo videoclip che andrete a vedere…

Adesso!